venerdì 23 febbraio 2007

Aprire un conto corrente in UK

Di seguito racconto come e' facile, a differenza di quanto ho letto in giro, aprire un conto corrente in una banca UK. O perlomeno e' stato facile per me!

Mi sono posto il problema di aprire un conto in UK quando ho iniziato a cercare lavoro. Voglio infatti trovare un lavoretto part-time, di quelli che mi consentano di lavorare tipo la sera in un pub o in un ristorante, mentre di giorno essere libero di andare in universita' e studiare.
Non avendo la piu' pallida idea di cosa serva per aprire un conto, ho fatto un'ampia ricerca su Google, in particolare tra i blog degli studenti italiani che per una ragione o per l'altra hanno dovuto aprire un conto qua in UK. Non ho trovato UN post che sia UNO che dicesse che aprire un conto in banca qua sia facile. Tutti raccontano di imprese titaniche, plichi di documentazione da portare, personale bancario poco disponibile e spesso diffidente nei confronti di poveri ragazzi che chiedono solamente di poter aprire un conto! Ammetto di essermi abbastanza spaventato.

Martedi' scorso mi sono recato nella banca che ho sotto casa, la Lloyd TSB. Ho letto che tutti i conti correnti di base sono gratuiti qua in UK, cosi' una banca valeva l'altra: ho quindi scelto la banca piu' vicina a casa. Dopo essermi presentato con un normalissimo "Good morning, can you help me to open a new bank account?", la ragazza allo sportello ha controllato la mia carta di identita', mi ha fissato un appuntamento per Venerdi' e mi ha dato un foglio con tutti i dati che dovevo portare all'appuntamento.
I dati richiesti erano il numero di carta d'identita' ed una prova dell'indirizzo di residenza in UK. Panico: non ho prove di residenza io! Sui blog c'e' scritto sempre che vogliono una bolletta o il foglio della Council Tax, per confermare il tuo indirizzo di residenza. Peccato che io non abbia nulla di tutto questo! Mi faccio cosi' spedire a casa una lettera dal professore, che confermi che in universita' conoscono l'indirizzo della mia residenza: non e' una gran prova, ma e' l'unica che ho! Mi porto anche dietro la ricevuta della riparazione della batteria del MacBook, dove compare il mio nome e il mio indirizzo.

Stamattina cosi' vado all'appuntamento: dopo avermi fatto accomodare in un ufficio, mi controlla la carta d'identita' e mi chiede quale conto voglio aprire. Io penso: "Come quale conto voglio aprire? Non devi farmi mille domande prima di aprirmi il conto? E la prova di residenza non me la guardi? E non mi rompi le palle sul fatto che non ho un lavoro?". Nulla di tutto questo. Pare che essere cittadini europei serva a qualcosa, e questa e' una di quelle situazioni! Cosi' in un amen ho aperto il conto: Lloyd TSB Classic Account, nessuna spesa, debit card (bancomat), internet banking.

Alla faccia di tutti quelli che dicono che aprire un conto in UK sia difficile!

Un'ultima cosa: in questi giorni le banche inglesi sono sotto una raffica di denunce: guardate un po' questo articolo.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

....le banche inglesi son tra le poche che pagano buoni interessi..al contrario delle nostre!!!!...ah ciao sono Alessio...noi finalmente stiamo per partire...in 4,il 27 saremo lì...sei altre notizie su locali o simili fammi sapere...stessa cosa se ti vuoi fare un birra,grazie saluti!!!!stammi bene!!!ciao!!!

luk295 ha detto...

Sicuramente una sera vengo volentieri a bermi una birra con voi: non so quando che sono un po' incasinato con le scadenze dell'uni, ma una sera sicuramente passo: se mi lasci il tuo numero di cell ti chiamo non appena so qualcosa! La mia email e' luca.cacchianiNO@SPAMgmail.com