domenica 10 agosto 2008

Easyjet - Capitolo Terzo - Easyjet ha vinto

Triste epilogo della vicenda. Easyjet risponde, dicendomi che il volo e' stato spostato, non cancellato, quindi secondo la carta dei diritti del passeggero non sono eleggibile per il rimborso. Qui mi sa che giocano sui termini, ho cosi' chiesto ad un'associazione consumatori locale qual'era la via migliore per procedere. Loro mi hanno risposto che ho scarissime possibilita' di avere una compensazione anche andassi alla small claims county court, di prendere quindi indietro i soldi del rimborso e metterci una pietra sopra.

Per la cronaca, Easyjet dichiara di rimborsare una cifra ragionevole per hotel e trasporto. Il ragionevole si traduce in:
  • €100 per la stanza la notte (per stanza, non per persona)
  • €10 per trasporto aereoporto hotel e ritorno
  • €10 per la cena
Sappiatelo quindi, se non avete un'assicurazione per il viaggio, dovete stare dentro questi prezzi per avere un rimborso. Nel mio caso, io ho un'assicurazione per i viaggi, quindi Easyjet mi dara' un foglio confermando il ritardo / cancellazione / cos'altro, e io potro' portare avanti il rimborso presso la mia assicurazione.

Finisce cosi' la mia avventura con Easyjet, per sempre: ho deciso che non usero' mai piu' questo vettore.

1 commento:

dadovash ha detto...

Alla fine è a questo che servono le assicurazioni .. comunque se dovessi smettere di viaggiare con tutti i vettori che ti danno ritardi o cancellazioni nel giro di due anni finirai per spostarti solo con mezzi guidati da te.

p.s.
ma non ci sono condizioni diverse per i voli spostati per più di tot ore?