martedì 21 aprile 2009

Origini

Quando cerco su internet qualcosa, 9 volte su 10 non lo trovo, solamente perche' mi fermo a guardare altro. E poi mi dimentico cosa stavo cercando.

E cosi' stasera, mentre stavo cercando qualcosa, mi e' finito sottomano un documento chiamato Ancestry 2000, che espone i risultati di una ricerca sulla discendenza delle famiglie US. Se non avete nulla da fare come me stasera vi invito a leggere il documento, che e' abbastanza interessante. A pagina 8 c'e' una mappa che mette in luce i vari gruppi di discendenza che maggiormente caratterizzano una certa porzione di US. La mappa la riporto qui sotto, per i pigri:



Portorico e' piena di Portoricani. Wow, bella scoperta. Ma gli italo-americani, perche' sono ancora tutti fermi intorno a Ellis Island? E gli afro-americani, hanno cosi' nostalgia delle praterie di Via col Vento? Insomma, 150 anni e son ancora tutti la. E se si guardano gli altri gruppi, si ripete sempre la stessa storia: nasci in un posto, e con grande probabilita' li' ci muori.

Questo mi fa riflettere sulla questione della mobilita' dall'altra parte dell'oceano, in Europa. Parlassimo tutti una sola lingua, ci sarebbe davvero piu' mobilita' all'interno del vecchio continente? Credo di no a questo punto. Credo che ognuno stia a casa propria, perche' alla fine si sta bene tra la gente che si conosce. Sono io diverso.

Nessun commento: