domenica 5 agosto 2012

Vodafone e la SIM scaduta - Capitolo 2 - 190.it

Tornato a Londra, la SIM italiana potrebbe ritornare nel solito dimenticatoio. Eppure mi secca darla vinta alla Vodafone: rivoglio il mio vecchio numero indietro, ed il credito residuo ancora su quel numero.

Mercoledi' 1 Agosto, 10.30am - 190.it

Mi viene l'illuminazione: proviamo a risolvere il problema dal sito. A memoria, Vodafone ha un ottimo sito internet dove gestire il profilo telefonico. Magari hanno creato un sistema per recuperare il numero scaduto.

Recupero il mio utente e password dal mio keychain, entro sul mio profilo personale, ma scopro che ogni volta che provo a vedere le informazioni sulla mia scheda telefonica, mi viene mostrata una pagina di errore. Insomma, non c'e' verso di vedere il mio piano tariffario dal sito, il mio credito residuo, nulla di nulla.

Sulla sezione contatti / segnalazioni, trovo il modulo per mandare una segnalazione di errore. Compilo il modulo, specificando il mio numero ed il mio utente, e segnalando il fatto che non riesco a visualizzare alcuna informazione sul mio numero. Vodafone risponde che in 24h rispondera' alla mia segnalazione.

Giovedi' 2 Agosto, 9.00am - 190.it e chat


Di primo mattino, ricevo una risposta alla segnalazione mandata ieri (sono stati di parola, non c'e' che dire). Secondo l'operatore che ha risposto alla mia segnalazione, il mio utente 190.it non e' associato a nessun numero. Il mio numero e' associato invece ad un altro utente, e mi invita a resettare la password in caso io non la conoscessi. Mi invita anche ad usare il supporto di chat online per eventuali problemi.

Ora, il caso si fa sempre piu' strano. Il mio utente e' sempre stato associato al mio numero; l'unico motivo per cui ora non e' piu' associato potrebbe essere che, quando e' scaduto il numero, la Vodafone l'abbia disassociato dal mio account. Seccante, ma ci puo' stare. Quello pero' che non capisco e' come sia possibile che il mio numero sia ora associato ad un altro account, di cui non conosco assolutamente utente e password. E non posso neppure recuperarli, dato che per avere utente e password bisogna avere il numero funzionante, ma ad oggi il mio numero e' ancora in "servizio limitato".

Provo a riloggarmi sul sito del 190 con il mio solito utente, e, con mia grande sorpresa, appena subito dopo essermi loggato, mi manda una pagina di errore. Questa volta la pagina di errore arriva subito dopo il login, non quando provo ad andare sulla pagina del mio conto. Quelli del 190 hanno fatto qualcosa.

Voglio veramente vedere dove posso arrivare con Vodafone. Seguo il consiglio dell'operatore, e mi attacco alla chat.

== INIZIO DIVAGAZIONE ==

Per entrare in contatto con un operatore della chat Vodafone, bisogna inserire il proprio nome ed il proprio numero di cellulare in due campi di testo, quindi premere ok. Si suppone che, una volta inseriti, l'operatore sappia quindi il tuo nome ed il tuo numero prima di parlarti. Supposizione sbagliata.

Operatore: "Qual'e' il numero?"
Io: "Che numero?"
Lei: "Il numero di telefono che da problemi"
Io: "Te l'ho scritto prima di entrare in chat"
Lei: "Eh ma non lo posso vedere"
Io: "Come non lo puoi vedere?"
Lei: "No, purtroppo possiamo vedere solo il nome che hai scritto, non il numero"
Io: "Ma allora perche' devo scrivere il numero per poter entrare in chat?"
Lei: "Non so, ti conviene mandare una segnalazione per aver spiegazioni"
Io: "Ah iniziamo bene.."

== FINE DIVAGAZIONE ==

L'operatrice, tale Paola, e' utile come un gatto attaccato ai maroni. Oddio, non credo sia colpa sua. A prescindere dal fatto che doveva guardare almeno 10 altre chat a giudicare dalla lentezza con cui rispondeva, mi dice le seguenti cose.

  • Il mio account non esiste, anzi, non e' mai esistito.
  • Il mio numero e' associato ad un altro account
Ora, io cerco di spiegarle con molta calma che dire che il mio account "non e' mai esistito" e' un po' una stronzata. L'ho usato per 16 anni, ho una mail del giorno stesso che dice che l'account esiste (anche se non e' legato ad alcun numero) - se lei non lo vede sul suo terminale, e' un problema esclusivamente suo.

Paola va avanti per un po' con la storiella che l'account non esiste, poi di punto in bianco la versione cambia, e dice che l'account esiste ma non e' associato ad alcun numero. Miracolo. Dopo un po' di tira e molla, riesco anche a farmi dare lo user name del nuovo account a cui e' associato il mio numero. Ma nulla da fare per la password. E qui inizia la parte divertente.

Le spiego a Paola che il mio numero non si connette alla rete, e quindi non posso resettare la password con il cellulare. Paola mi dice che questo e' un problema, ma ci sono due soluzioni:
  • Lei mi chiama a pagamento, mi autentica, e cambia la password
  • Devo chiamare il 190, mi autentico, e loro cambiano la password
Io le dico che sono all'estero, il 190 non posso chiamarlo. Paola mi da il numero del 190 da chiamare dall'estero, a pagamento, ma mi dice comunque che lei puo' chiamarmi, se le do il mio numero di cellulare.

Io: "Ma ti sembra normale che voi create un problema ed io devo pagare per risolverlo?"
Lei: "Purtroppo non ci sono altre soluzioni dal momento che sei all'estero. Se mi dai il tuo numero di cellulare ti chiamo li' e ti autentico".
Io: "Come il mio numero di cellulare?"
Lei: "Si', mi dai il tuo numero di cellulare, io ti chiamo li' a tue spese, ti autentico e cambiamo la password"
Io: "Ma quanto mi costa che mi chiami sul numero inglese? Gia' che pago io, magari mi costa meno chiamare il 190 da qua".
Lei: "Ah ma io non posso chiamarti sul numero inglese, posso solo chiamarti su un numero italiano in Italia".
Io: "Perdonami, ma se e' da 10 minuti che ti sto dicendo che a) sono all'estero b) il mio numero italiano non funziona, come pretendi di chiamarmi su un numero italiano in Italia?"
Lei: "Vero".
Io: "Vero che? Quindi posso solo chiamare il 190 dall'estero."
Lei: "Mi sa di si'".

Nessun commento: