sabato 15 novembre 2008

Call of Duty: World at War

Contentissimo stamattina quando mi e' arrivato Call of Duty World at War, preordinato un po' di settimane fa su Amazon per £37. Un po' meno contento ora.

Stasera son pure rimasto a casa, pregustandomi una sorta di geek party con amici per provare sto benedetto call of duty. Ovviamente il gioco in solitaria si salta subito, e si va subito a quello in multiplayer. Son arrivato al livello 9 in un'oretta che ci sto giocando.. e devo dire che e' ok.

Il multiplayer di CoD4, quello sviluppato da Infinity Ward, mi aveva subito preso. Vuoi che era rivoluzionario, vuoi che era davvero coinvolgente. Questo CoD invece, progettato da Treyarch, non ha nulla di nuovo dal precedente: il multiplayer e' sostanzialmente identico, semplicemente ambientato durante WWII. Ci sono dei piccoli miglioramenti: si possono usare dei mezzi (anche questo copiato, da Halo stavolta), e mi sembra che la dimensione delle mappe sia mediamente piu' grossa, forzando il gruppo ad usare una strategia piu' di branco che andare in giro da soli a scovare i nemici. Le mappe sono tante, 13, e grosse, quindi ci vorra' un po' per impararle a memoria! Solo 4 di queste hanno dei mezzi, ed e' una mia impressione che queste 4 mappe vengano scelte dal sistema piu' frequentemente di altre.

Insomma, nulla di eccezionale, e' ok appunto. Mi sa che stase ci facciamo due spari a CoD4 per finire meglio la serata!

Nessun commento: